lezioni di mammita'

una notte fra due giorni

10 Commenti 03 Settembre 2012

mio piccolo momo

che dormi nel lettino di tuo fratello

che il tuo è tutto bagnato

mi hai chiamato e volevi essere preso in braccio

volevi stare con la mamma e che la mamma fosse tutta tua.

perché sei contenta solo con dado? mi hai chiesto

e poi mi hai detto e hai fatto

mille segni, un solo messaggio

e quante volte oggi non ti ho ascoltato

quante volte non ho capito?

volevo raccontarti una storia, quella di morbillo

che ti piace tanto, anche senza figure

perché la mamma l’ha scritta per te

ma sei crollato da solo mentre facevo addormentare dado.

ti chiedo di aspettare

te lo chiedo troppo spesso

forse

e tu crolli.

domani comincia la scuola

quella dell’infanzia, quella dei grandi.

volevo farti dei pancakes a colazione

ma le uova sono finite

e non posso neanche dirti aspetta

che la scuola inizia domani e non domani l’altro.

com’è facile mentre dormi comprendere

e poi ancora di più scivolare quando sei sveglio

e chiederti di aspettare.

domani alzi il passo per un altro gradino

mentre io divento sempre più piccola

e sarò io ad aspettare.

tu torna contento.

I tuoi commenti

10 Commenti fin'ora

  1. aspirantemamma ha detto:

    “aspetta”, “arrivo”, “un attimo”, quante volte lo dico anch’io! E lei è la più grande eppure è ancora piccola, e io sono una soltanto e qualche senso di colpa c’è. Ma l’amore si moltiplica e non si divide.

    • caia coconi ha detto:

      l’amore non si pesa con le cose che si fanno ma coi pensieri che si hanno, spero.
      ma in un certo modo il tempo si divide. è la dura realtà.

  2. Mammola Blogspot ha detto:

    Il tuo post mi ha colpito in pieno…come mi ci ritrovo anche io nelle tue parole!!!

    • caia coconi ha detto:

      e poi arriva un altro giorno e si ricomincia da capo, magari qualcosa gira meglio, magari no.
      e poi un’altra notte e un altro giorno…

  3. “com’è facile mentre dormi comprendere”… Quanto sono vere queste parole.
    Ti abbraccio.

  4. Diana ha detto:

    Io che di bimbi ne ho tre e due dei quali gemelli troppo spesso devo chiedere di aspettarmi,di provare dopo…e anche a me un po’ il cuore mi scricchiola e allora rosicchio il tempo e cerco di farlo bastare a loro, a me e a lui


Dicci che ne pensi

Scrivi un commento

© 2020 Caia Coconi. Powered by WordPress.