lezioni di mammita'

una poesia, di blog in blog

2 Commenti 17 Maggio 2009

per me che da 6-7 mesi non supero le undici neanche per sbaglio, ritrovarmi a scrivere di sera, ancora sveglia, ancora con la musica di sottofondo, ancora con le rotelle in movimento, con pensieri inespressi che bussano con l’urgenza tipica di notti che mi sembrano appartenere a una vita fa, fa davvero strano.
dovevamo andare a un concerto jazz qui al village con degli amici, ma la giornata è stata intensa, nonché semplicemente meravigliosa, e io non me la sentivo di prepararmi e uscire di nuovo e ovviamente far tardi così ho insistito perché il MaritoMeritevole ci andasse ugualmente senza scrupoli. quindi eccomi qui, con michael bublé che mi sfiora la nuca, il mio I-Mac tra le dita e un momo instancabile che tenta di seguire il ritmo.
niente di meglio per cogliere al volo il lancio di paola de la margherita e il lappio con la sua poesia, che di blog in blog, di rima in rima, attraversa la rete e i cuori mammeschi.

Il gioco è semplice, consiste nello scrivere due strofe poetiche aggiungendole a quelle che ci son già

io ora scriverò due strofe, andrò nel blog di almeno tre amiche blogger e le inviterò a partecipare a questo gioco lasciando il link di questo post, loro dovranno copiare e incollare le strofe esistenti e le regole del gioco (queste scritte in corsivo)
in un nuovo post dal titolo “una poesia di blog in blog”
e aggiungerne altre due strofe inventate da loro
Poi andare nel blog di almeno altre tre amiche e invitarle nel loro blog lasciando il link del loro post per copiare e incollre le strofe e così via

bisogna seguire alcune piccole regole:
le strofe devono essere solo due ed in rima
devono essere di senso compiuto
e unirsi al resto della poesia già scritta
le strofe dovranno essere inoltre firmate col nick tra parentesi
…così si sapranno gli autori della poesia 🙂

Mille pensieri nella mia mente,
ne afferro uno velocemente (miks)
Parla di infanzia, ricordi, canzoni,
tornano in mente vecchie emozioni (beba)
Mamme che ballano, orsi da stringere,
pagine bianche di un diario da scrivere (paola)

E solo un tratto, sfiorato o scalfito
farà di un giorno un ricordo ben custodito. (caia)

cedo il testimone a tre blogger che spero possano apprezzare la sfida: rossana di in punta di piedi, trilly ed erica.

buonanotte e sogni d’oro

I tuoi commenti

2 Commenti fin'ora

  1. Rossana ha detto:

    Ciao caia,
    grazie per il pensiero, ma sarei disonesta ad accettare il tuo invito dopo aver rifiutato l’invito di Miks, l’inventrice della poesia di blog in blog. 🙂
    In più ho pochissimo tempo in questo periodo… Seguirò comunque l’andamento della poesia, mi sembra stia diventando bellissima.
    Grazie, ti chiedo perdono. Un bacio.

  2. beba ha detto:

    Sta diventando una poesia bellissima….


Dicci che ne pensi

Scrivi un commento

© 2020 Caia Coconi. Powered by WordPress.