lezioni di mammita'

aggiornamento tesi

1 Commento 26 Maggio 2006

punto primo
sono a pag 35. mi manca un paragrafo e mezzo per concludere il primo capitolo e consegnare al prof.
 
troppo scossa per scrivere, non ho detto della mia avventura tra le pecore (cioè all’università che s trova proprio tra i pascoli) la settimana scorsa…per poco il prof. mi menava, sicuramente aveva la luna storta, ma le offese sono state insopportabili. qua si rischia che non mi laureo perchè prima della discussione arriverò a mettergli le mani addosso.
 
cmq punto e a capo
 
secondo punto
ho la testa un po’ affollata. troppa roba che bolle e non abbastanza per scrivere…non c’è abbastanza materiale, mi devo improvvisare critica e oltre alle mie ormai note sfarfalleggiate di stile non riesco ad allungare più di tanto il brodo.
 
chi riesce a copiare le tesi batta un colpo…ma come si fa? l’altro giorno avevo copiato e incollato 10 righe di introduzione ad un paragrafo da una cosa trovata su internet prima di decidere di chiudere e andare a dormire…mi sono svegliata alle 4 meno un quarto con i sudori freddi…ho dovuto cancellare e riscrivere di mio pugno…o meglio di mie unghiette tintinnanti sulla tastiera del mio pc. morale della favola……..sto facendo una fatica tremenda! a cercare concetti interessanti, a esprimerli in una forma comprensibile e mettere tutto in ordine
 
punto terzo
la struttura è un dramma. quando arrivi alla fine di un paragrafo ti rendi conto che sei partito per la tangente e chiunque leggesse si perderebbe il filo alla prima nota a piè pagina. l’ordine non fa parte delle mie qualità. e qua ci deve stare per forza, visto che ho capito che non sarà mai la MIA tesi, ma quello che il prof. estrapolerà delle MIE fatiche, riducendolo ad un banale prodotto compilativo. e io che ci getto dentro tutto il mio amore per la poesia e il teatro…folle! non faccio altro che rendermi più vulnerabile ai colpi crudeli e odiosi del prof.
 
punto quarto
l’intervista. devo attivarmi per andare ad intervistare questo personaggio su cui sto facendo la tesi. qui mi prendono davvero le paranoie. mi sento così piccola e nera con l’ovetto in testa… ho davvero paura di non essere capace di stilare un bel questionario per l’intervista, allora arriverò lì mi verrà da piangere e tutto rotolerà rovinosamente…oddio
 
punto quinto
dovevo andare ieri pomeriggio a consegnare il primo capitol. visto che non era pronto ci andrò la settimana prossima e l’angoscia cresce. per di più mi prende l’orticaria al pensiero di dover rivolgere la parola a quell’essere che mi troverò al di là della scrivania…
 
punto sesto
l’annichilimento da studio + la simbiosi coatta con QUESTA sedia QUESTO pc e QUESTA scrivania sta cominciando a modificare il mio corpo. il che mi getta nella depressione più cupa. aspetto un altro colpo da chi riesce a dimagrire sotto stress. tutte queste ragazze che alla discussione si comprano il classico tailleurino nero taglia 40-42 e non fanno che lamentarsi dei chili persi negli ultimi mesi, come fosse una disgrazia da malattia…
io andrò a discutere la mia tesi con un vestito indiano con il buco per la testa e due fessure per le braccia. non mangio quasi niente e lievito come una bomba fritta al cioccolato. in più combatto col mal di stomaco e il mal di denti (visto che il mio giudizio ha deciso di venir fuori proprio adesso) con annesso mal di testa. completo il quadro con il mio problema alle mani…si fa vivo proprio quando mi servono! ok un catorcio!
 
punto settimo
e mi invitano per un week-end al mare?????!!!!!!!?????
ahhhhhhhhhhaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhh
voglio che tutto questo passi in fretta.
vado a studiare
 
 
«

I tuoi commenti

1 commento

  1. Morris ha detto:

    Quel professore da come lo descrivi sembra un mostro spietato ! …
     
    E nn potrai di certo essere Calimero ! Per nessuno ! …
     
    Dai ALiCe ormai è fatta e poi è mare ! Per Tutti ! …
     
    Ma solo per te, un Bacio


Dicci che ne pensi

Scrivi un commento

© 2020 Caia Coconi. Powered by WordPress.