poesie

ramI&ramE lAne&lUne

6 Commenti 09 Ottobre 2005

 
Il dolore trasfigura, eppure
se nel difforme, forma che perversamente
muta, c’è, s’innalza agghiacciante e grave
ai miei occhi, inconcepibile malvagia.
 
E questa mia fragile carne spoglia
quanta turpitudine può ancor sopportare?
cercami senza remore e caparbia
nell’immagine di flauti più bianca e nostra.
 
Eri tu stanotte a frugare tracce
a respirare aliti di desiderio
a cercare una ragione svelata
o forse onirici appigli di abbandono…?
 
Se anche fosse, o non fosse, che importa?
Quando il sole torna a sorgere e morire, tu
torni a splendere e sparire nel buio
che tutto cela e impreziosisce di farfalle.
 
 

I tuoi commenti

6 Commenti fin'ora

  1. Lorenzo ha detto:

    Davvero sei un’attrice?In effetti hai lo sguardo da cinema.Se ti va vieni a fare un giro nel mio blog.

  2. Unknown ha detto:

    mi piacerebbe fare 4 chiacchere e a te?

  3. Unknown ha detto:

    Ciao! Ti invito a fare un salto nel mio blog.. Un saluto.. ciao!

  4. Unknown ha detto:

    vorrei saperne di piu della scuola , insegni mimo … ?ho visto che hai cancellato il mio commento .. grazie ma.. non mi hai aggiunto.. cmq fammi sapere.:)

  5. Unknown ha detto:

    Ciao.. che bello trovare un sito così interessante… il mio ancora è in costruzione…ma sono contenta di trovare persone come te per condividere le mie stesse passioni! Mi piacerebbe parlare un pò con te! Ci possiamo scambiare il contatto msn! In attesa di una tua risposta ti auguro buona giornata… Baci Manu

  6. Unknown ha detto:

    a lè ma l’hai visto? ma quanno mai???? sai a chi mi riferisco no? tu si na drg ma idd….ma! mi spiace per la serata coccolinosa saltata!domani ti strapazzo tanto tanto mia lucrezia, baci callimaco


Dicci che ne pensi

Scrivi un commento

© 2021 Caia Coconi. Powered by WordPress.